Cerca Nutrizionista

La dieta prima o dopo Natale?

0 La dieta prima o dopo Natale?

Un regime restrittivo isolato nella settimana che precede l’avvio delle festività e delle grandi cene non modifica il peso se non temporaneamente. L’unica soluzione efficace è osservare i corretti stili di vita nell’arco dell’anno!!
I CONSIGLI – Le ricette miracolose non esistono più!! Prima di tutto è importante soprattutto correggere lo stile di vita ed evitare un’ alimentazione eccessiva e sbilanciata. Il peso corporeo deve essere il più possibile stabile e mantenuto entro i limiti concordati con il nutrizionista. Il controllo poi, va fatto la mattina a digiuno sulla stessa bilancia. Secondo, la dieta deve essere bilanciata: il 55% delle calorie giornaliere vanno prese dai carboidrati (pane, pasta), il 15% da proteine (carne magra, pesce) e il 25-30% da grassi. Ridurre al minimo l’uso di sale, fare attenzione a introdurre un adeguato apporto di fibre con almeno 5 porzioni al giorno di frutta e verdura. Al terzo punto, la scelta dei grassi. Bisogna ridurre al minimo il consumo di prodotti con oli di cocco o palma, grassi idrogenati e oli vegetali. Quindi via biscotti, brioche e cornetti. Meglio sostituirli con prodotti preparati con olio di oliva o con pane fresco. Al quarto e quinto posto un monito su bibite zuccherate e cibi con elevato contenuto di zuccheri a rapido assorbimento (snack e brioche) e sull’alcool. Uno o due bicchieri di vino al giorno sono la dose massima per la popolazione generale sana. La sesta raccomandazione è la base delle cinque che la precedono. È consigliata un’attività fisica regolare, almeno 3-5 volte a settimana di intensità moderata, ad esempio camminata veloce, bicicletta, nuoto, per 30-60 minuti a volta. Insomma non è necessario imporsi sacrifici mortificanti. Fondamentale sarà vincere la pigrizia. Dopo brindisi e panettone basta fare del sano movimento!
Pensare che non abbia senso portare avanti o cominciare un percorso alimentare in prossimità delle feste non è corretto. Ritengo piuttosto che possa risultare uno stimolo a non eccedere nelle quantità degli alimenti, soprattutto dolci, e nel concedersi di mangiare liberamente nelle innumerevoli occasioni che si presentano dalla vigilia di Natale all’Epifania. Anzi, può risultare una ottima occasione per limitare i danni e ritrovarsi ancora più in forma dopo le feste. Perchè la dieta, intesa come stile alimentare piuttosto che come protocollo restrittivo, è per sempre e non ha effetti collaterali, ma solo incredibili vantaggi. BUON NATALE E FELICE 2016 A TUTTI!!

Dott.ssa Giancarla Romagno
Biologa Nutrizionista

Pubblicato in Articoli, Home Page da Giancarla Romagno | Tags: